Pubblicato da: Dr Kappa | 23 febbraio 2008

- IL GRANULOMA PERIAPICALE (aggiornato)

infection.jpgIl granuloma periapicale è un’infezione cronica che trova sede nell’apice radicolare. E’ dovuto ad un’incongrua devitalizzazione oppure a un dente necrotico (morto) non trattato endodonticamente.
A volte si possono reperire granulomi anche all’apice di denti la cui terapia canalare sembra perfetta. Ciò è spesso dovuto alla presenza di canalicoli accessori difficilmente individuabili.
Se non trattati possono essere causa di ascessi o infezioni.

Come è possibile vedere se c’è un granuloma?
La diagnosi di granuloma periapicale è facile e basata essenzialmente su esami radiografici.
Più precisamente si nota un’area radiotrasparente (cioè che in radiografia risulta più scura) a margini netti e regolari che circonda l’apice radicolare di un elemento dentario.
Può inoltre essere accompagnato da sintomatologia dolorosa alla percussione o alla masticazione, senso di allungamento e precontatto dentale.

Come si cura?
- Se il dente è necrotico si esegue la terapia canalare (devitalizzazione) dell’elemento dentario interessato.
- Se il granuloma è reperito all’apice di un dente già devitalizzato bisogna ricorrere al ritrattamento del dente (rieseguire la devitalizzazione).
- Nei casi refrattari alla risoluzione oppure i denti nei quali non è possibile eseguire un accesso “ortogrado” (cioè dall’alto, come quando è presente un perno difficile da rimuovere nella radice), si può optare per un’apicectomia (piccola operazione chirurgica volta all’eliminazione del granuloma e dell’ultima porzione di radice).

About these ads

Responses

  1. buongiorno, ho sentito dire che il granuloma può provocare anche forti mal di gola. Volevo sapere se è vero che c’è questa possibilità.

    grazie

    matteo gualdi

  2. Salve Matteo,
    Ho fatto un attenta analisi della letteratura scientifica ma non ho riscontrato nessun caso documentato di complicanze quali il “mal di gola” assocciato alla formazione di un granuloma periapicale essendo questo un evento cronico e spesso asintomatico. Un dato che Le posso riferire riguarda invece l’evento acuto che può precedere la formazione del granuloma che consiste nell’ascesso periapicale ( http://denteinforma.wordpress.com/2007/05/07/lascesso-periapicale/ ) che nelle sua forma più “aggressiva” oltre alla normale evoluzione della patologia, può comportare febbre dovuta alla risposta immunitaria dell’organismo per debellare l’ascesso.

    Questo è l’unico dato riscontrato e in conclusione posso affermare che non c’è possibilità che un granuloma o un ascesso periapicale possano comportare “mal di gola”.

  3. Gentile Dr. Pi, grazie per la sua risposta. Se non altro posso escludere questo tipo di causa, e continuare a cercare altrove (purtroppo l’otorino non riesce a venirne a capo!!!).

    Saluti

    Matteo

  4. Salve,
    devo fare un apicectomia su un molare devitalizzato e capulato con ceramica poichè mi si ripresenta spesso un granuloma, il dentista mi ha detto che perderò la capsula, ma mi rimarrà il buco? E’ un ontervento doloroso? Ho paura. Grazie

  5. Salve Debora,
    Le indicazioni ad un’apicectomia le può trovare al seguente link: ( http://denteinforma.wordpress.com/2007/04/12/cose-lapicectomia/ ).
    Da qui può notare come quest’intervento a volte viene eseguito proprio per preservare la presenza di corone (capsule) e ponti che con una normale devitalizzazione o ritrattamento canalare (come nel suo caso) verrebbero persi. Per tale motivo Le consiglio di chiedere al suo dentista il motivo per il quale vuole rifarLe la corona in ceramica in quanto con tale trattamento (se non per casi particolari) non verrebbe affatto compromessa.
    L’apicectomia è un intervento chirurgico e come tale possono sussistere delle complicanze post-operatorie come il dolore, ma ciò è molto soggetivo. In ogni caso Le consiglio di non aver paura in quanto la chirurgia è di piccola entità e le complicanze sono molto limitate e rare.
    Il “buco” non è motivo di preoccupazione in quanto verrà immediatamente ricoperto con tessuto mucoso e nel giro di qualche mese, fisiologicamente colmato dall’apposizione di nuovo tessuto osseo.
    Per ulteriori chiarimenti non esiti a contattarci.
    Cordiali saluti

  6. ciao ;io ho un granuloma da qualche mesi sono andata dal mio dentista che mi ha fatto una incisione sul granuloma pero il periodo in cui mi ha curato ed ha pulito li e stato solo da una settimana dopo di che ha lasciato chiudedere il taglio adesso ho ancora la nocciolina ed non lo so se leui e sicuro di quello che fa perche mi ha detto dalla prima volta che mi devo togliere il dente ma io non vorrei…….un dente con un granuloma puo essere salvato?

  7. Salve Daniela.
    Dunque i granulomi periapicali possono essere curati con terapia ortograda (si rifà la devitalizzazione) oppure in caso di non risultati o di impossibilità di intervnire per via ortograda si esegue un’apicectomia (che credo sia quello che le è stato praticato).
    Solitamente con questa pratica si ottiene la risoluzione del caso. Non sempre però l’apicectomia è possibile o è indicata, a causa ad sempio della vicinanza a strutture nobili o della presenza di lunghi perni radicolari che ne comprometterebbero troppo la resistenza.
    Per maggiori informazioni consulti il post sull’apicectomia che trova nella sezione endodonzia.

  8. Un ringraziamento particolare a questo forum,vi scrivo questo messaggio alle 5 di mattina perche’ e’ gia’ un mese che vado avanti e dietro dal mio dentista e la notte penso e ripenso se ci sta capendo qualcosa,in quanto mi ha ripulito un dente che mi faceva male ga detto che era gia stato devitalizzato ma mi fa ancora male specialmente quando mastico e sicuramente ho un granuloma che lui sta trascurando e che ho scoperto grazie al vostro forum.IO martedi ci devo tornare magari gli stampo qualcosa che gli rinfreschi un po’ la memoria dato che lui mi mette la solita pasta bianca con l’antibiotico ma non serve a nulla mi fa male quando mastico, ‘e un granuloma se non me lo cura non basta un camion di pasta bianca.Grazie ancora ho voluto dire la mia perche’ penso che ognuno di noi deve conoscere se stesso e a volte anche quello che i dottori fanno dato che io il granuloma non avevo idea di cosa fosse ma leggendo queste righe ho scoperto che il mio dente e’ affetto da questa patologia.

  9. Mi scuso per il post di prima(forse troppo aggressivo) non voglio sostituirmi a nessun dottore,solo che rimango deluso a volte dalla troppa superficialita’ con cui veniamo trattati,il mio dente era stato gia precedentemente piombato e lui forse ha attribuito che il dolore era generato dalla rottura della piombatura, sicuramente anche per quello avevo fastidio ma bisogna approfondire a volte le sciocchezze si tramutano in cose serie,grazie ancora giuseppe

  10. Buongiorno,
    scrivo perchè è da venerdì scorso che sono turbata.
    Circa tre mesi fa sono andata dal mio dentista in quanto avevo il 36 e il 37 dente in basso a sinistra che mi si erano rotti. Premetto che i denti in questione erano già stati devitalizzati 5 anni fa.
    Il mio dentista mi fa una lastra e mi dice che sotto il 37 ci sono delle specie di cisti e quindi il dente va ritrattato e poi sia il 37 che il 36 vanno ricoperti da capsula.Alla vista del preventivo, un pò altino direi, ho deciso di rivolgermi anche ad altri dentisti per valutarne i costi.
    Quindi vado da un altro dentista e mi dice che sotto il 37 ho un granuloma.
    Mi reco poi anche da un terzo dentista il quale però non mi fa nessuna lastra e si limita a farmi il preventivo decisamente più economico.
    Decido perciò di iniziare il tutto da quest’ultimo dentista (preciso che tutti i tre dentisti mi erano stati raccomandati da persone di fiducia) e due settimane fa comincia a ricostruirmi il provvisorio del 36 dente e fin lì tutto apposto!
    La settimana scorsa mi fa una lastra a mia richiesta per verificare se ci sia o meno il granuloma come gli altri 2 dentisti mi avevano detto..e magia..mi dice che non c’è niente!Ora mi chiedo come è possibile che in un mese un granuloma sia sparito senza nessuna terapia?..e infatti è impossibile..
    Ora non so più a chi credere, e in più io ogni tanto sento che il dente mi fa male (non è un male insopportabile ma comunque fastidioso) e la gengiva nella parte interna è più gonfia rispetto allo stesso punto della gengiva destra..
    La prego mi dia un consiglio!
    Devo farmi rifare la lastra?e se mi disse di nuovo che non c’è nulla?cambio dentista?

  11. Salve Kry,
    se veramente di granuloma si tratta è del tutto impossibile che possa scomparire da solo. Il granuloma è un processo infiammatorio cronico che può andare incontro ad evoluzione e la sua terapia consiste nell’eliminazione della causa che lo sostiene e lo alimenta.
    La terapia odontoiatrica più opportuna in questi casi è il ritrattamento del dente in questione e se ce ne sono le indicazioni la sua successiva ricostruzione e ricopertura protesica (corona).
    Queste sono le indicazioni generali da adottare per il resto sta a lei decidere e optare per la soluzione che ritiene più idonea alle sue esigenze.
    Cordiali saluti

  12. Salve, è la prima volta che scrivo su questo forum, dunque il mio problema è il seguente:
    il mio dentista di fiducia ha effettuato una devitalizzazione credo sul 6 dente arcata superiore sx, dopo pochi mesi dalla chisura senza capsula, mi si è formata una pallettina sulla gengiva….il dentista mi dice che si tratta di un infezione dovuta ad un canale nascosto sulla prima devitalizzazione e riesegue il tutto..devitalizzazione canale nascosto, cura canalare e dopo vari trattamenti, aperture e chiusure la palletta scompare e lui richiude il tutto dicendomi che cmq avrei dovuto mettere più in la una capsula perchè la parte di dente rimasta era minima…cmq questa volta non pago nulla perchè mi dice che l’errore era stato il suo e quindi gratis….dopo 6 mesi però riecco la palletta sulla gengiva…radiografie alla mano…mi viene detto che bisogna fare un intervento di apicectomia per toglierla perchè non conviene riaprire il dente(anche se non c’è capsula)….faccio l’intervento e questa volta devo pagare il chirurgo….mi chiedo ma dato che non c’è capsula non si poteva ritrattare il dente..senza farmi spendere 500 euro per l’intervento?
    Grazie per l’attenzione.

  13. Salve Lucky.
    e’ possibile che a volte la terapia endodontica non risulti il rimedio efficace alla chiusura del sistema canalare. Ciò può essere dovuto, per esempio, ad una particolare anatomia canalare con un “delta apicale” (il nervo a livello dell’apice si sfiocca intanti rami) che porta spesso ad impossibilità a chiudere ermeticamente in maniera ortograda il canale. Per questo si ricorre all’apicectomia. Credo il suo dentista abbia fatto e onestamente proposto quello che rappresenta la routine in questi casi.

  14. ciao a tutti, anch’io sono demoralizzata perchè dopo una devitalizzazione fatta 2 anni fa mi è spuntato un granuloma.Per paura di dover ridevitalizzare il dente non sono tornata subito dal dentista,ma solo nel luglio scorso quando mi si è infiammato il nervo trigemino che miha fatto venire una semiparesi,per fortuna in forma leggera. sono andata dal dentista per la devitalizzazione,ma non so il perchè ma non c’è riuscito.Mi ha detto che non è riuscito a passare nel canale per rifare la devitalizzazione.mi ha proposto l’asportazione del dente e non so cosa fare.

  15. Salve Fabiana
    purtroppo senza un’oportuna visita non sono in grado di stabilire il motivo per cui il suo dentista ha optato per questa soluzione.
    Il mio consiglio è di affidarsi alla sua professionalità purtoppo non sono in grado di aiutala in altro modo.
    Sluti

  16. dopo 2 visite da dentisti diversi, con tempi di attesa incredibili, due pareri diversi e due preventivi diversi, il 3 ottobre ho seguito in Croazia degli amici. Ero molto cinica e incredula su ciò che mi raccontavano, ho voluto verificare di persona. Non era un semplice studio ma quasi una clinica, pulita, ben organizzata.Ho atteso forse 10 min.poi a seguire: visita, radiografia, visita,accordo sul da farsi, pulizia del tartaro, calchi per byte, apicectomia con fornitura di antibiotico+antidolorifico+antigonfiore, ritiro byte, … passo alla cassa € 190,00 è possibile? mi sono convertita alla croazia

  17. Salve Germana,
    questo è un argomento molto dibattuto nel mondo odontoiatrico e presuppone molte idee di pensiero a volte molto contrastanti fra loro.
    La mia opinione sulla questione è alquanto critica non tanto per l’aspetto commerciale ma per una questione etica di fondamantale e primaria importananza.
    Capsico le difficoltà che possono insorgere difronte alle cifre richieste per le cure odontoiatriche in italia e capisco come molti studi e centri odontoiatrici offrano uno scarso e deprimevole servizio al paziente confrontato alle cifre richieste. Io, ancora studente, ho testimonianza diretta di tutto questo.
    Questo è indice di riflessione per tutta la professione ma non bisogna commettere l’errore fatale di generalizzare e farne di tutta un’ erba un fascio. Esistono delle realtà diverse in cui il paziente è al centro del progetto odondotiatrico, in cui l’odontoiatra lavora nel rispetto reciproco, nella professionalità, nell’aggiornamanteo continuo con il fine ultimo di offrire il servizio migliore e raggiungere la SALUTE generale del paziente. Salute da non intendersi solo come l’assenza di malattia ma come definita dall’Orgnizzazione mondiale della sanità “uno stato di completo benessere fisico mentale e sociale”

    Ecco, è proprio su questo concetto che vorrei soffermarmi….. L’odontotiatria purtoppo, molto spesso, viene erroneamante considerata una branca minore della medicina sottuvalutando i molterplici aspetti e rischi che la caratterizzano. Per me, che fra poco entrerò a far parte di questo magico ma tortuoso e insisdioso mondo, è un aspetto da migliorare, da sensibilizzare e da portare avanti sempre e con maggiore intensità e enfasi e questo è prorpio uno degli obiettivi per cui è nato questo sito.

    Ritornanado alla sua domanada capisco la sua buona fede ma mi fa male sentir parlare solo o quasi dell’aspetto commerciale:

    -chi le garantisce che le procedure di sterilazzazione siano corrette, chi le garantisce la professionalità e l’idoneità all’esercizio delgli operatori, chi le garantisce un controllo a lungo termine delle cure realizzate, chi le garantisce l’idonetià della struttura, chi le garantisce la conformità dei materiali utilizzati… insomma e potrei andare oltre…
    Con questo non voglio creare falsi allarmismi perchè il suo centro potrebbe rispettare ogni canone…. però è questo e solo questo che andrei a guardare nell’ottica e nel ripsetto del concetto di salute…. la salute viene prima di ogni cosa e anche l’odontoiatria e la salute dentale è da includersi a pieno titolo e a pieno diritto nel concetto di salute generale definito dall’OMS……
    Mi spiace di esseremi dilungato ma è un argomento che mi sta molto a cuore e spero di averle trasmesso il mio messaggio e pensiero.
    Cordiali saluti

  18. Volevo chiedere gentilmente un informazione. Un granuloma può rompere un dente? Grazie

  19. Salve Lorenzo il granuloma in sè non può rompere il dente essendo un processo infiammatorio che si sviluppa all’apice delle radici del dente. L’eventuale processo carioso che lo sostiene può essere la causa di frattura
    Saluti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 29 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: